COMITATO TECNICO MENSA

Il Comitato Mensa è un Organismo di supporto all’Amministrazione Comunale che funge da strumento di relazione tra gli utenti del Servizio e gli Enti preposti alla gestione ed al controllo del medesimo, esclusivamente con compiti di verifica, valutazione e proposizione. Il Comitato è un organo propositivo e non esecutivo.

Il Comitato Mensa è composto come segue:

· Dirigente Comunale di Settore o suo delegato

· Dirigente S.I.A.N. A.S.U.R. AV3 o suo delegato

· Referente Ditta Aggiudicataria del Servizio

· N. 4 rappresentanti per ciascun Istituto Scolastico Comprensivo come segue:

1. Dirigente Scolastico o suo delegato

2. Presidente del Consiglio di Istituto o suo delegato

3. Rappresentante dei Docenti

4. Rappresentante dei Genitori

La partecipazione al Comitato è volontaria e gratuita. I membri del Comitato devono essere privi di potenziali conflitti di interesse con l’azienda che eroga il servizio di refezione scolastica.

All’inizio di ogni anno scolastico il Comitato Mensa è rinnovato con provvedimento della Giunta Comunale. La designazione del delegato del Dirigente Scolastico, del Rappresentante dei Docenti e del Rappresentante dei Genitori è competenza dei Dirigenti Scolastici dei rispettivi Istituti Comprensivi; l’elenco dei designati dovrà pervenire, per la formalizzazione da parte dell’Amministrazione, di norma, all’inizio di ogni anno scolastico.

Il Comitato Mensa elegge nel suo seno a maggioranza tra i Rappresentanti dei Genitori il Presidente ed il Vice Presidente che restano in carica tre anni. Il Presidente permane in carica tre anni anche in caso di termine di fruizione del servizio mensa da parte del figlio.

Il Presidente del Consiglio di Istituto può delegare alla partecipazione al Comitato altro membro del Consiglio purché fruitore del servizio mensa in qualità di insegnante o in qualità di genitore di alunno regolarmente iscritto e fruitore del servizio.

Per la nomina del Rappresentante dei genitori, che deve essere individuato nell’ambito dei genitori di bambini che usufruiscono regolarmente del servizio di refezione scolastica, vengono demandate al Dirigente Scolastico le modalità di individuazione dello stesso, nel rispetto dell’autonomia scolastica. I rappresentanti dei genitori durano in carica un (1) anno, salvo rinuncia o perdita dei requisiti sopra indicati; in tal caso il Dirigente Scolastico di competenza provvederà all’indicazione del sostituto secondo le modalità sopra indicate.

Il Comitato resta comunque in carica fino al suo rinnovo.

Contenuto inserito il 21/04/2021 aggiornato al 21/04/2021
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità