RADDOPPIANO LE ATTREZZATURE PER L’ACCESSO IN SPIAGGIA ALLE PERSONE DISABILI

Quando il pubblico e il privato lavorano in squadra, c’è una ricaduta positiva e tangibile sia per cittadini che per la città. La riprova è in tutti i settori, dal Turismo ai Lavori pubblici, ma la collaborazione diventa ancor più significativa nel campo dei Servizi sociali, dove l’obiettivo è quello di aiutare le categorie più fragili della popolazione.

E’ quanto è emerso nella conferenza stampa convocata questa mattina dall’Assessorato al Welfare nello stabilimento balneare “Filippo” del lungomare nord, per presentare la prosecuzione e lo sviluppo del progetto di accessibilità in spiaggia avviato nel 2014 dal Comune di Civitanova Marche. Presenti insieme all’assessore Barbara Capponi e al responsabile Servizi sociali dell’Ente Antonietta Castellucci, i referenti dell’Abat e Csla Mara Petrelli e Marco Scarpetta, insieme ai consiglieri comunali Laura Marinelli e Mirella Franco che avviò l’iniziativa sei anni fa per l’Amministrazione Corvatta.

Nel 2014 il progetto di accessibilità in spiaggia permise l’acquisto di undici sedie “Job”, di cui dieci concesse in uso all’Abat ed una all’asp “Paolo Ricci”.

Fu un progetto pilota che determinò il varo di una legge in Regione, spiega la stessa Mirella Franco, un vanto per il Comune di Civitanova che ha potuto mettere le sedie a disposizione gratuita dei disabili frequentanti le spiagge grazie alla gestione dei balneari che le hanno smistate da uno stabilimento all’altro ed anche in alcune spiagge libere in relazione alle necessità, su prenotazione dell’utenza”.

L’emergenza Covid-19 aveva bloccato il progetto recepito in autunno “Lo presentiamo a luglio per le comprensibili difficoltà che abbiamo dovuto affrontare – ha spiegato Scarpetta – A nome dei tutti gli operatori voglio ringraziare l’assessore Capponi e tutto lo staff dei Servizi sociali per aver brillantemente superato le difficoltà burocratiche in cui eravamo impantanati: lavorare insieme porta frutti bellissimi sia per il turismo che per i residenti”.

La convenzione dà in uso all’Abat le attrezzature di tre tipologie differenti, depositate presso gli stabilimenti balneari del lungo mare nord e sud con impegno al trasferimento degli ausili tra i vari stabilimenti su prenotazione dell’utenza, che utilizzerà l’attrezzatura in forma totalmente gratuita.

In questo momento di emergenza è stato particolarmente difficile districare tante situazioni – ha detto l’assessore Capponi – ma siamo riusciti ad investire tempo e risorse su questo protocollo con una ricaduta ancora più concreta di questo servizio. Inoltre, l’Abat ci consente un’ulteriore agevolazione da questa estate perché ridurrà le tariffe del 10 per cento alle persone con disabilità e dal prossimo anno anche sulle tariffe stagionali dimostrando un’attenzione concreta sia per la cittadinanza che per chi vuole trascorrere le vacanze in città. Sono contenta di portare avanti una iniziativa di chi mi ha preceduto, i progetti che meritano vanno mantenuti e fatti crescere”.


L’anno prossimo ci sarà anche una giornata formativa su questi ausili a cura Csla sia su spiaggia e mare. L’Abat si occuperà anche della pulizia delle passerelle di accesso collocate dal Comune nei due tratti di spiaggia libera del lungomare sud e nord.

Appresa la possibilità di partecipare al finanziamento regionale – ha specificato Mara Petrelli – abbiamo coinvolto i balneari per partecipare e avere più sedie possibili. Una città che dà possibilità di accoglienza maggiore si eleva e cresce turisticamente e l’idea è andata a buon fine”.

L’acquisto di ulteriori ausili ha un costo di circa 17 mila euro, ed è co-finanziato dal Comune, Regione ( 8 mila euro) e Abat (3500 euro). In totale sono tre 3 sedie galleggianti; 17 sedie job a tre ruote da spiaggia di cui 10 già in uso e 4 deambulatori job da spiaggia.

Il progetto – spiega Laura Marinelli – rientra del quadro di Civitanova Marche città dell’Infanzia, e per questo sempre più accessibile, aperta e solidale, a beneficio di un’utenza particolarmente fragile”.

L’elenco degli stabilimenti che hanno aderito: Arturo, Attilio, Batik, Caracoles, Contessa, Federico, Figaro, Filippo, G7, Galileo, Galliano, Gianfrnco, Giovanni e Anna, Hosvi, Ippocampo, La Croce del Sud, Lampara, Lido cristallo, Raphael Beach, Re Sole, Rolando, Veneziano spiaggia.

Contenuto inserito il 27/07/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità