Nuovi alberi in città.

Dopo i recenti controlli tenici sullo stato di salute degli alberi nelle vie cittadine, che hanno reso inevitabile l’abbattimento di alcuni fusti con difetti di portamento e strutturali, la Giunta comunale, nella seduta di ieri, ha deliberato due importanti interventi di riqualificazione del verde pubblico in due arterie centrali e in periferia, con l’obiettivo di mantenere il verde urbano e provvedere alla riqualificazione con azioni puntuali e continuative.

Il primo provvedimento va a ripristinare i platani lungo corso Umberto I, abbattuti negli anni passati a causa di una malattia denominata “cancro colorato del platano”. Solo su corso Umberto si possono contare undici aiuole vuote dove è rimasto un ceppo interrato e dove si procederà a mettere a dimora undici platani dopo preventiva asportazione delle vecchie radici. La fornitura e posa in opera delle piante ad alto fusto, con l’installazione di una nuova ala gocciolante all’interno delle aiuole, comporterà una spesa di euro 23.485,00, comprensiva di Iva.

Altro intervento di riqualificazione riguarda via delle Fosse, via Gentile e viale Vittorio Veneto.

Nello specifico, in viale Vittorio Veneto sono 18 le aiuole prive di lecci, abbattuti a causa di malattia, mentre in via Gentile e in via delle Fosse di recente si è provveduto a tagliare delle querce pericolanti.

L’Amministrazione comunale, ha programmato quindi un secondo intervento in cui si provvederà a ripristinare i 18 lecci lungo viale Vittorio Veneto e a ripristinare le sei querce abbattute lungo via delle Fosse e tre via Gentile. Inoltre, i giardinieri si occuperanno della piantumazione di tre alberi di arance amare all’interno dell’aiuola sul largo Paul Harris, ingresso Varco sul mare. Per questo secondo stralcio la spesa prevista dall’Utc è di circa 29 mila euro.

Sul fronte ambientale questa Amministrazione dà risposte concrete – spiega il sindaco Fabrizio Ciarapica – e le due delibere approvate ieri ne sono la dimostrazione. Nei giorni scorsi siamo stati costretti a sacrificare alcune piante per salvaguardare l’incolumità delle persone, ma con un provvedimento immediato abbiamo provveduto a ripristinare quelle aree verdi che presto torneranno a rifiorire”.

Contenuto inserito il 07/11/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità