Le precisazioni dell’assessore ai Servizi educativi e formativi Barbara Capponi in merito agli avvisi per il saldo della mensa scolastica.

Gli sms partiti in automatico dagli uffici, quali promemoria nei casi di mancato pagamento delle quote dovute per i pasti consumati almeno due settimane prima della chiusura delle scuole, sono partiti di default dal programma che doveva essere disattivato. Si tratta di un promemoria

senza conseguenze né sanzioni che, purtroppo, in questo periodo di emergenza, era semplicemente ancora attivo. Ai molti genitori che hanno già nei giorni scorsi chiesto chiarimenti è stato tranquillamente già risposto di non preoccuparsi perché, come annunciato dal Sindaco sin primo giorno di emergenza sanitaria, tutte le bollette e i pagamenti sono stati immediatamente sospesi.

“Ci dispiace per questo disguido. L’invio automatico è stato sospeso dagli uffici che hanno prontamente chiarito a tutti i genitori che li hanno chiamati che non vi sono sanzioni né sono partite, come sarebbe avvenuto ordinariamente, le raccomandate di sollecito pagamenti per chi ha accumulato pasti da pagare quando il servizio era ancora in funzione. Comunque, non intendiamo invitare le famiglie ad uscire per questo motivo e oltre tutto abbiamo come amministrazione sospeso quanto di nostra pertinenza come pagamenti proprio per sostenerle in questo momento difficilissimo.

L’amministrazione sostiene i cittadini in ogni modo, garantendo interventi per aiutare chi è in difficoltà.

In questo periodo sia come SEF che per il sociale siamo stati occupati su molti fronti: l’attivazione

dell’assistenza scolastica da remoto per i ragazzi disabili, la collaborazione costante con gli istituti comprensivi che ha consentito l’erogazione da parte degli stessi di diversi servizi agli studenti, il potenziamento dei pacchi alimentari e l’attivazione di pacchi a nuove famiglie, il progetto straordinario con l’Ant per i malati oncologici, la prosecuzione in forme straordinarie di servizi storici o di nuovi servizi di emergenza nel sociale e ultimo ma non ultimo la volontà di annullare eventi e manifestazioni per la costituzione di un fondo di Euro 1.100.000 circa a sostegno di imprese e famiglie”. Commenta l’assessore Capponi.

Dunque impegno a massimo regime su tutta la linea per far fronte ad ogni necessità in ogni settore amministrativo.

Contenuto inserito il 14/04/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità