CONSIGLIO COMUNALE, PROPOSTO UN PIANO PARTICOLAREGGIATO ALL’INTERNO DELLA ZONA INDUSTRIALE “B”

Nella seduta del Consiglio comunale di giovedì sera i capigruppo hanno sottoscritto all’unanimità un documento con il quale propongono lo stralcio delle previsioni del Prg adottato e di quello controdedotto per la parte della Zona industriale “B” delimitata a nord dalla strada provinciale delle Vergini, ad est da via del Mulino, ad ovest dalla strada comunale San Domenico e a sud dal fosso “Parafalda”.


La zona in questione è oggetto del foglio 18. Sono complessivamente 35 quelli nei quali è stato suddiviso il territorio comunale preso in considerazione dalla variante al piano regolatore che l’assise consiliare dovrà approvare entro il prossimo 18 ottobre, prima di restituire gli atti alla Provincia per il placet definitivo.
Con lo stesso documento il Consiglio comunale chiede che alla zona venga attribuita la destinazione “C” (zona di espansione), da attivare mediante un piano particolareggiato di iniziativa pubblica.
“Detto piano attuativo – si legge nel documento sottoscritto dai capigruppo – dovrà essere approvato in variante al Prg, al fine di determinare indici e parametri urbanistico-edilizi nonché valutare anche eventuali ulteriori destinazioni compatibili con lo specifico sub-sistema”.
In assenza del piano particolareggiato, inoltre, “per gli edifici produttivi esistenti sono consentiti interventi di manutenzione ordinaria straordinaria, nonché quelli strettamente necessari per consentire gli adeguamenti alle normative vigenti inerenti la funzionalità degli edifici stessi”.

Contenuto inserito il 23/09/2006
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità