ANNULLATI I FUOCHI D’ARTIFICIO DEL 14 E DEL 18 AGOSTO. Il rischio assembramenti in tutto il territorio impedisce la totale sicurezza.

La proroga dello stato di emergenza decisa in questi giorni dal Governo, dovuta al perdurare dei contagi Covid su tutto il territorio nazionale, fa annullare i fuochi d’artificio in città programmati nelle date del 14 e del 18 agosto. Impossibile gestire i controlli su tutto il territorio, dalla spiaggia alle zone limitrofe perché gli assembramenti sono possibili ovunque.

La decisione è stata presa dopo un confronto tra Comune e Commissariato in cui sono emerse tutte le difficoltà nel far rispettare le restrizioni previste dalle attuali normative di sicurezza, visto l’ingente flusso di persone attese in città, provenienti anche dai paesi limitrofi. Per le medesime ragioni, molti comuni italiani hanno provveduto alla cancellazione degli spettacoli pirotecnici.

La pandemia interrompe dunque una delle più longeve tradizioni cittadine, che vedeva migliaia di persone trascorrere la serata del 14 agosto in spiaggia per ammirare lo spettacolo delle luci sul mare e quella del 18 agosto al colle in onore del patrono san Marone.

L’auspicio degli organizzatori, ad inizio giugno, era quello di una fine dell’emergenza al 31 luglio, come inizialmente prospettato. Rimangono invece in vigore le disposizioni di distanziamento sociale e quindi scatta la cancellazione delle due date in cartellone per scongiurare assembramenti. La priorità resta quella della salvaguardia della salute dei cittadini.

Per lo stesso motivo è stato annullato anche l’evento del 12 agosto, “Classica all’alba” dell’ass. Festival musicale Piceno, anche questo previsto in spiaggia.

Contenuto inserito il 30/07/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità