Riunione del comitato di quartiere di Civitanova Alta

Il giorno 14/09/2010 presso la Sala consiliare della Delegazione di Civitanova Alta si è riunito il Comitato di quartiere nelle persone di Alessandro Lattanzi, Gironelli Maria, Eleonori Giuseppina, Bizzarri Giovanni, Tassetti Simona. Alla riunione hanno partecipato attivamente diversi residenti del centro storico e dalla discussione sono emerse le seguenti richieste di cui il Comitato di Quartiere si fa portavoce:
·        I cittadini contestano l’Ordinanza comunale per il controllo delle grotte, pozzi e cisterne in quanto si teme che poiché non tutti i cittadini possono far fronte alle spese necessarie per il pagamento dei tecnici alcuni decidano di  non denunciare la presenza delle stesse. Per ovviare a ciò si propone di chiedere ai cittadini di fare una semplice autodenuncia all’ufficio tecnico comunale della presenza delle grotte, pozzi e cisterne, affinché il Comune possa provvedere alla rilevazione direttamente con i propri tecnici.
·        Si ribadisce l’importanza della presenza nel quartiere dei vigili urbani, soprattutto in concomitanza con l’inizio delle scuole, si chiede di provvedere a scoraggiare la sosta “selvaggia” delle macchine negli orari di inizio e fine delle lezioni vietandone l’ingresso nel centro storico nelle suddette ore.
·        Poiché risulta che il mezzo del comune della nettezza urbana passa per le vie momentaneamente chiuse al traffico si propone che questo provveda anche a ritirare la raccolta differenziata.
·        In merito alla gru posizionata sulla zona Girone i cittadini vorrebbero sapere cosa l’Amministrazione comunale intende fare.
·        Relativamente alla zona Pincio si chiede se è stata verificata la possibilità di provvedere alla modifica della viabilità come da nostra precedente proposta.
Contenuto inserito il 16/09/2010 aggiornato al 26/10/2016

Informazioni

Nome della tabella
Comitato di quartiere Civitanova Alta

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità