Centri estivi 2020. Chiarimenti

Ritenendo necessario fare chiarezza sulla trafile e le tempistiche relative al bando per l’avvio dei centri estivi si comunica quanto segue:
 Le modalità di attivazione dei centri estivi sono state indicate soltanto nel DPCM 17 maggio 2020, allegato 8, e con DPCM 19 maggio 2020 è stata indicata la data del 15 giugno come termine dopo il quale poter dare avvio ai centri. Il 25 maggio, dunque soltanto qualche giorno successivo alla pubblicazione del decreto, il Comune di Civitanova Marche ha emesso l’avviso pubblico per i centri con allegato il fac simile di domanda, prevedendo come termine di consegna dei progetti la data dell’8 giugno.  Le linee guida prevedono espressamente che “Il gestore delle attività deve garantire l’elaborazione di uno specifico progetto da sottoporre preventivamente all’approvazione del Comune nel cui territorio si svolge l’attività, nonché, per quanto di competenza, da parte delle competenti autorità sanitarie locali”. Dal giorno 5 giugno, cioè già tre giorni prima della scadenza dei termini, il servizio di pertinenza, dopo aver effettuato l’istruttoria di propria competenza, ha iniziato ad inviare all’asur le domande pervenute; le ultime sono state inviate martedì 9 giugno. In costante contatto e in costruttivo confronto con tutti gli attori interessati, con incontri in videoconferenza e comunicazioni telefoniche e/o via mail , si è svolto un continuo lavoro per ottimizzare le modalità di ingresso dei bambini, in ottemperanza inoltre al decreto del Presidente della Giunta Regionale numero 184 del 29/05/2020 al fine di garantire che nessun minore debba essere escluso dalla possibilità di vivere esperienze sicure al di fuori del contesto familiare.  Il primo confronto da remoto sull’argomento è stato convocato su invito dell’Amministrazione e si è svolto con la presenza di assessore, funzionari e cag/oratori (titolari da anni di convenzione con l’amministrazione comunale per la gestione di centri estivi) già in data  14 maggio proprio per avviare quanto prima un tavolo di discussione su una esigenza che sarebbe emersa da parte delle famiglie. Non disponendo allora di linee guida ministeriali in tal senso, l’ordine del giorno è stata una preventiva ricognizione dei bisogni e delle criticità potenziali che avrebbero potuto emergere nella erogazione dei servizi per minori in questa stagione così particolare, partendo dalle criticità riscontrate nella gestione di servizi con i minori che le parrocchie si trovano ad affrontare ordinariamente. In seguito alla emanazione di linee guida ufficiali, ci si è riuniti, con la consueta modalità remota, in data 4 giugno con tutti coloro che erano interessati ad avviare il servizio colonie in città: la possibilità di partecipare è stata resa pubblica tramite avviso pubblicato sul sito del comune in data 28 maggio e relativo comunicato stampa.
Dall’ascolto delle famiglie e dal confronto con gli operatori, che manifestano forte preoccupazione per potenziali ritardi nel rilascio delle autorizzazioni da parte della Azienda Sanitaria, l’amministrazione di Civitanova Marche, comprendendo le difficoltà di tutti, inclusa quella dell’Azienda sanitaria alle prese con una mole di lavoro incredibilmente aumentata a proprio carico, è in continuo e costruttivo contatto con Area Vasta e Istituzione Regionale in un dialogo volto a valutare la possibilità di attuare un procedimento più snello e veloce per il rilascio delle autorizzazioni. Si resta in attesa di aggiornamenti, ringraziando tutti coloro che da settimane sono proattivamente in rete al lavoro per avviare un servizio così delicato e quanto mai ancora più necessario per le famiglie in questo momento storico.
Contenuto inserito il 11/06/2020

Informazioni

Nome della tabella
Ufficio Servizi educativo/formativi

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità